Wu Dang Tai Chi - HungKuenTorino

Vai ai contenuti

Menu principale:

Wu Dang Tai Chi

Il Tahi Chi di Wu Tang è rimasto nascosto per generazioni ed è giunto a noi solo di recente. Esso presenta molte similitudini con lo Stile Yang e quello Chen sebbene rappresenti un modello a sè stante.
Lo stile viene trasmesso per mezzo di un'unica forma a mani nude chiamata
Wu Tang Pei Chun Tai Chi che consta di circa un centinaio di movimenti e una forma con la spada dritta.

I pilastri fondamentali della pratica risiedono in quattro principi chiave ossia:


Yuan (movimenti circolari). Questo principio viene impiegato per produrre energia interna, neutralizzare l'attacco dell'oppositore e per ridurre l'area esposta al nemico.


Lien (movimenti continuativi). I movimenti nel Tai Chi si eseguono senza interruzione in modo fluido e armonico. Questo aspetto nasce dalla filosofia del Tai Chi (lo spirito o shen genera il chi e quest'ultimo produce i due fenomeni yin e yang che danno origine a tutte le cose poi tutto ritorna all'Uno). I movimenti del Tai Chi sono come l'acqua che scorre nel letto di un fiume.


Chan (toccare). Occorre seguire la condizione dell'oppositore per colpirlo prima, se lui si muove velocemente occorre muoversi altrattanto rapidamente, se si sposta lentamente è necessario fare lo stesso. Mentre altri stili marziali partono dal presupposto di bloccare o contrastare l'oppositore, nel Tai Chi si impara a neutralizzare la sua forza d'attacco entrando nella sua guardia senza lasciarlo scappare; quando si diventa abili in questo attaccarlo diventa molto semplice.

Chi (Respiro). Tutta la pratica del Tai Chi consiste nell'armonia tra movimento e respiro. La respirazione impiegata è quella addominale che viene eseguita con azioni lente, profonde e prolungate.
Il legame tra movimento e respiro è il seguente:

- la fase di inspirazione è legata a movimenti ampi e serve a portare Chi nel corpo
- l'espirazione si esegue chiudendo i movimenti e affondando il Chi nel Dan Tien in modo da liberare l'energia in tutto il corpo.

Nonostante i movimenti armonici e fluidi, il Tai Chi è un'arte di combattimento le cui applicazioni sono letali, non si devono interpretare le sue eleganti movenze come un'esercizio fine a sè stesso senza significato marziale.

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu